Un’esperienza sconvolgente
04. Febbraio. 24

Novembre 1980. Quasi 3.000 persone persero la vita in un terremoto in Irpinia. Da giovane studente ho preso parte ad un’operazione di soccorso. La vista di quell’orribile sofferenza mi sconvolse la vita. L’immagine della mia carriera riuscita e di successo andò in frantumi. Un’abitante di quella zona terremotata, il cui volto tradiva le gravi difficoltà, mi disse tra le lacrime: “Ho perso tutto: i miei genitori, mio ​​marito, i miei figli, la mia casa e il mio giardino. Mi resta però una cosa, che nessuno potrà mai togliermi: è Gesù Cristo”. Sbalordito, gridai a Dio dal profondo di me stesso: “Signore, desidero possedere una tale fede. Vieni in mio aiuto!” Conoscevo la Bibbia ma, in quel momento, ho capito quanto avevo bisogno che Gesù trasformasse la mia vita!

Adesso so quel che Gesù ha fatto in mio favore: ha cancellato il documento scritto contro di me che mi condannava con i suoi comandamenti. Sì, Gesù è stato punito al posto mio sulla croce.

lettera ai Colossesi 2:14

Testo della settimana:  lettera ai Colossesi 2:6-15

Pace nella tempesta

Dopo una lunga giornata di lavoro, Gesù sale sulla barca con i suoi amici per traversare il lago....

  • 3. Dicembre 2022

La chiesa di Gesù Cristo

I primi cristiani erano pieni di gioia e di Spirito Santo. Si incontravano regolarmente nelle case...

  • 23. Ottobre 2022

Avete domande?

Sul contenuto o sulla relazione personale con Dio? Mettetevi in contatto con noi. I vostri dati saranno trattati con assoluta riservatezza.