Seleziona una pagina
Visita in Iraq
Godloves.me
6. Dicembre 2020

L’anno scorso, poco prima di Natale, ho visitato un campo profughi nel nord dell’Iraq. Mi è stato permesso di trascorrere alcune ore con i bambini che hanno dovuto abbandonare tutto per mettersi al sicuro. Hanno celebrato il Natale per la prima volta nella loro vita e hanno ricevuto un regalino. La gioia che ho visto brillare nei loro occhi valeva il viaggio.

Tornato in Svizzera, sono atterrato nella follia dello stress natalizio. Centinaia di persone stavano attraversando in ogni direzione la città per comprare i loro regali. Più che mai questa frenesia mi sembrava inappropriata.

Gesù è venuto in questo mondo come un bambino, nascendo in una semplice stalla e rivestendo umili panni. Eppure, è il Principe della Pace, è Amore e il Salvatore. Lui stesso è il più grande dono che possiamo desiderare. Spendiamo, invece, un sacco di denaro per regali inutili. A Natale, è tempo di pensare a ciò che non pos- siamo comprare con soldi.

Sappiamo che Cristo, il Figlio di Dio, è venuto e ci ha aiutato a conoscere il vero Dio, cioè suo Figlio Gesù Cristo. È lui l’unico vero Dio e la vita eterna.

Prima Lettera di Giovanni 5:20

Testo della settimana: Profeta Isaia 8:23 – 9:6

Anche oggi esistono bambini poveri. Perché non fai brillare i loro occhi di gioia?

Riposo oppure stress

Riposo oppure stress

Come si saranno sentiti Maria e Giuseppe durante il loro lungo viaggio per andare a farsi registrare in occasione del...

Più che una festa…

Più che una festa…

Mi piace andare in chiesa. Incontro i miei amici, ascolto delle parole incoraggianti e, poi, torno a casa...