Seleziona una pagina
Non mi scomodare!
Godloves.me
25. Luglio 2021

Siamo appena tornati dalle vacanze ed abbiamo difficoltà a riprendere il giusto ritmo. Perciò vorremmo dormire un po’ di più il giorno di riposo.

Invece, il campanello di casa suona presto e una visita inaspettata è all’uscio. Possiamo decidere di girarci dall’altro lato del letto e fare finta di nulla. Ma se fosse un’urgenza? Proveremmo poi rimorso per non avere risposto!

Siamo pronti ad aiutare il prossimo, lasciando che un imprevisto ci sconvolga il programma della giornata?

Per spiegare chi è il prossimo, Gesù raccontò la storia di un uomo ferito dai banditi e abbandonato sulla strada mezzo morto. Passarono sulla medesima via dei capi religiosi che lo ignorarono, perché la vista del povero ferito risvegliò in loro timori egoistici, spingendoli all‘indifferenza.

Invece, una persona semplice, uno straniero disprezzato, si fermò, modificando il suo viaggio. Mostrò compassione, curando le ferite del malcapitato. Lo portò al sicuro e pagò perfino la sua convalescenza.

Come ci saremmo comportati noi in quella circostanza?

Chi è il mio prossimo?

Vangelo di Luca 10:29b

Quanto tempo dedichi al prossimo?

Testo per la settimana: Vangelo di Luca 10:29-37

Scrivi, se hai delle domande su Dio o sulla Bibbia.

Un rottame?

Un rottame?

Milioni di turisti si recano ogni anno a Parigi per ammirare un grande mucchio di rottami chiamato Torre Eiffel. Il...